Potature di agosto: ecco quali piante bisogna potare e che nessuno sa

Prendersi cura delle proprie piante costituisce un hobby per milioni di persone al mondo, ma è anche qualcosa di molto più “pratico” ed utile per tantissimi altri: infatti se per molti è un semplice passatempo, pur condito da un impegno necessario anche di livello importante, per aumentare la produttività delle piante da frutto, bisogna apportare delle modifiche alla struttura stessa. La potatura ad esempio costituisce una delle operazioni più delicate in assoluto che risultano necessarie per aumentare la produttività di un vegetale. La potatura è diversa a seconda della specie, e consiste in maniera generica alla rimozione di alcune parti della pianta stessa così da “indirizzare” la crescita dei frutti, ma anche per migliorare la struttura e la salute della stessa, ad esempio rimuovendo gli arbusti secchi. Ogni pianta ha alcuni periodi “ideali” per la potatura: quali sono le piante che vanno potate nel mese di agosto?

La potatura in estate risulta essere particolarmente delicata e deve essere effettuata in modo meno “traumatico” possibile. Si tratta comunque di interventi “aggressivi” per la pianta ed in tutti i casi questa operazione deve essere effettuata con strumenti ben affilati, magari “sterilizzati” in precedenza, e sempre dopo la raccolta

In linea generale sono sopratutto le piante da frutto come l’albicocco, il lampone, il ciliegio, il limone e il ribes ma anche le rose a richiedere un esercizio di potatura. Questa operazione è consigliata nel mese di agosto anche per le piante di agrumi a frutto piccolo e actinidia, sopratutto per rimuovere dalla pianta i rami oramai non più utili alla stessa.

A causa del caldo torrido conviene effettuare l’operazione di potatura sopratutto nelle prime ore del mattino e quelle del tardo pomeriggio, contesti temporali meno “traumatici” anche per le piante e gli alb

4,6 / 5
Grazie per aver votato!